Pc da gaming: cos’è e quali sono le sue caratteristiche

Il gioco virtuale è ormai una realtà sempre più diffusa.

Sono milioni le persone che passano parte del loro tempo libero davanti ad uno schermo per superare livelli su livelli e diventare così veri esperti di videogiochi.

Passione o semplice hobby, il gaming è entrato tra le mura di molte abitazioni portando anche ad un progresso nel settore davvero enorme. Come spesso accade, infatti, è proprio la domanda dei consumatori ad orientare ricerca ed ottimizzazione del gioco.

Al giorno d’oggi infatti, quando si pensa al videogioco, non ci si riferisce più solamente alla classica console. Ora il gioco virtuale ha toccato canali ben più ampi: playstation, xbox, wii, telefoni e computer. Ogni tipologia di tecnologia può supportare giochi virtuali ad alte prestazioni e, spesso, multiplayer utilizzabili anche online.

Negli ultimi anni però, bisogna ammetterlo, proprio il pc da gaming sta diventando tra i mezzi più utilizzati dai vari utenti: i veri video-giocatori usano questo strumento per godersi al meglio grafica e caratteristiche avanzate dei moderni videogames.

Se prima le varie console facevano da padrone nel settore, ora il pc sta vedendo un grande ritorno con prestazioni sempre più alte e raffinate.

Gli appassionati assemblano da soli, pezzo dopo pezzo, computer altamente performanti che hanno caratteristiche specifiche per il gaming e prendono il nome appunto di pc da gaming, assemblati da mani sapienti con la scelta di componenti hardware adatte al gioco.

Ma cerchiamo di capire un po’ meglio cos’è questo pc da gaming ed in cosa si differenzia da un classico pc comune.

 

Pc da gaming: cos’è?

Non è poi così difficile capire cosa sia il pc da gaming a livello generale. D’altronde lo dice anche la parola stessa: è un computer specifico per l’uso dei videogiochi.

I veri esperti di videogiochi sono ben consapevoli che il pc da gaming offre di gran lunga prestazioni superiori rispetto ad una classica console. In particolar modo il pc può essere modificato a piacimento con pezzi e programmi studiati su misura per le proprie necessità.

Se non si è veri esperti del settore però non è così immediato percepire subito le differenze sostanziali tra un pc da gaming ed un pc classico.

Vediamo di approfondire un po’ l’argomento insieme.

 

Pc da gaming: le sue caratteristiche

Abbiamo già accennato, nel paragrafo precedente, di come il pc da gaming sia estremamente più versatile.

Infatti, assemblando e cambiando pezzi del computer o anche solo installando dei programmi specifici, le prestazioni dei vari videogiochi possono cambiare radicalmente offrendo una realtà virtuale con maggiore qualità.

Una delle caratteristiche principali di un pc da gaming è, naturalmente, la sua grande attenzione all’aspetto grafico.

Infatti un pc da gaming ha delle componenti interne volte ad una elaborazione grafica del tutto superiore rispetto a qualsiasi altra tipologia di console o pc classico.

Altri punti da far notare quando si parla di caratteristiche di pc da gaming riguardano i monitor: oltre alle caratteristiche note a tutti e più comuni, bisogna prestare molta attenzione al tempo di risposta del pannello che deve essere particolarmente basso ed al refresh rate che, invece, deve essere particolarmente alto.

Ovvio però che il tutto deve essere calibrato. Non si può avere una grafica eccellente per poi avere invece le altre funzioni di un livello medio basso.



Il pc da gaming ha tutte le componenti ben bilanciate e si possono trovare anche diverse configurazioni per diverse fasce di prezzo che riusciranno a supportare, ovviamente, giochi che richiedono più o meno potenza.

Bisogna anche dire però che i veri esperti di videogiochi hanno sempre di più la tendenza ad assemblare il proprio pc a gaming da soli pezzo per pezzo.

 

Pc da gaming: differenze con il pc classico

Forse già si è capito che la differenza sostanziale tra il pc da gaming ed il pc classico sta nella grafica finale e nella velocità di elaborazione dati oltre che, naturalmente, nella dissipazione del calore prodotto.

Il pc classico ha una minore attenzione verso questi aspetti: anche se alcuni pc ad alto prezzo hanno una grafica di tutto rispetto, la potenza estrema cui puntano i pc da gaming è spesso inarrivabile e non ha senso per chi sfrutta il computer per usi classici.

Basti pensare che un pc da gaming può arrivare ad una risoluzione che parte da 1920×1080 pixel (FullHD) per arrivare anche ad una risoluzione pari a 3840×2160 pixel (4K Ultra HD) nei modelli più avanzati.

Una grafica, quindi, che permette di vedere ogni minimo particolare in maniera perfetta. Caratteristica, questa, difficile da trovare invece in un pc classico.

Un’altra differenza sostanziale sta nella scheda video che, per un pc da gaming, richiede una potenza decisamente superiore rispetto ad un pc classico.

Il pc però non è formato solamente da monitor e componenti interne. Presenta infatti anche una tastiera (che può essere anche incorporata al corpo centrale) ed un mouse che, per il gaming, sono essenziali.

Proprio quest’ultimo, se da gaming, ha una sensibilità davvero molto alta ed anche una precisione finale che supera di gran lunga i mouse classici.

Da questa breve analisi si può desumere come i pc da gaming siano estremamente performanti e potenti in tutte le loro componenti hardware: ogni computer, infatti, indipendentemente dall’utilizzo, deve raggiungere un equilibrio funzionale. Non avrebbe senso, infatti, una scheda video molto costosa su un computer che pecca poi sotto alti profili.

Molto sottovalutati, in questo senso, sono i case per pc da gaming e i sistemi di raffreddamento. Solo grazie a case grandi ed ariosi si possono dissipare le temperature generate da componenti hardware spesso sfruttate al massimo ed oltre (in overclocking). Proprio per questo motivo, i video-giocatori esperti usano sistemi di raffreddamento a liquido molto vistosi ed efficaci.

Per un’esperienza totale, inoltre, c’è chi arriva a gestire più monitor contemporaneamente, anche per lavori di grafica di alto profilo.

Il pc da gaming è, quindi, un computer molto costoso, equilibrato e pronto a sfruttare la grafica dei moderni videogiochi molto meglio di quanto non potrebbe fare una comune console.

 

Pc da gaming e pc classici: conclusioni

In definitiva i pc da gaming sono computer con uno scopo ben preciso: offrire un’esperienza virtuale unica che renda un semplice videogioco una vera e propria avventura.

Grafica, precisione, velocità e versatilità sono le caratteristiche che un pc da gaming deve avere.

Per il settore gaming non ci sono limiti. Tutto diventa possibile con una tastiera ed un mouse: ogni livello diventa una vera sfida contro sé stessi e contro altri utenti nella modalità online.

Ma il gaming, diciamolo, è anche in parte moda: c’è chi arreda la propria stanza come un luogo dove isolarsi e vivere appieno la propria esperienza di gioco, grazie a bellissime e costose sedie da gaming o scrivanie che meglio rappresentino il proprio stile. Questo perché, spesso e volentieri, il video-giocatore si apre al mondo esterno grazie a sfide o alla condivisione di gameplay e la propria passione diventa un vero e proprio segno distintivo.