Prestito Ipotecario Vitalizio

Il prestito vitalizio, chiamato anche prestito ipotecario vitalizio, è un finanziamento che può essere richiesto da tutti quei soggetti che hanno già compiuto almeno i 60 anni.

Alcuni istituti di credito, dato che questo non è stabilito da una regola fissa, hanno invece deciso di offrire questa linea di credito solo a chi ha già compiuto 65 anni.

Prestito Ipotecario Vitalizio

Requisiti del Prestito Vitalizio

Abbiamo quindi capito che uno dei requisiti del prestito vitalizio è quello dell’età, tanto è vero che viene molto spesso incluso tra i prestiti per pensionati.

Il secondo requisito che il soggetto che desidera richiedere il prestito vitalizio ipotecario deve avere è quello di essere il proprietario di un immobile che viene utilizzato a scopo residenziale. Il richiedente dovrà quindi essere il proprietario di almeno una casa.

Per ottenere un prestito ipotecario vitalizio non è necessario avere garanzie reddituali e tanto meno sarà necessario richiedere l’intervento di un garante. L’unica garanzia sarà rappresentata dalla casa del cliente su cui verrà accesa un’ipoteca.

 

Come si rimborsa un prestito vitalizio

Il prestito vitalizio non si rimborsa, o meglio non viene rimborsato dal cliente. Colui che beneficerà del finanziamento potrà utilizzare la somma di denaro come preferisce senza doversi preoccupare di restituirla.

La banca non regalerà mai i soldi a nessuno e quindi è ovvio che se il debitore non rimborserà il debito qualcun altro dovrà pur farlo.

Saranno gli eredi a decidere come avverrà l’estinzione del debito. Quando il debitore passerà a miglior vita, il prestito potrà essere rimborsato dagli eredi (che volendo potranno anche aprire un mutuo) o la casa potrà passare di proprietà della banca. Con la seconda soluzione l’istituto di credito si occuperà della vendita dell’immobile e una volta venduto il ricavato andrà a pagare tutte le spese del finanziamento e quelle relative alla vendita della casa. Un’altra quota verrà poi utilizzata per estinguere il finanziamento, compreso di tutti gli interessi maturati. Nel caso in cui dalla vendita, tolte tutte le spese e tolta la parte spettante alla banca, dovesse avanzare qualcosa, questa spetterà agli eredi.

 

Chi eroga il prestito vitalizio

Questo è un finanziamento un po’ particolare dove la banca investe nel lungo periodo e deve attendere il decesso del cliente per poter riscuotere. Dati i tempi lunghi, non sono molti gli istituti di credito che, in Italia, hanno deciso di attuarlo. Al momento sappiamo che è possibile richiederlo presso la Banca dei Monte dei Paschi di Siena e presso tutte le banche che fanno parte del Gruppo Intesa SanPaolo. E’ possibile che altri istituti di credito minori, magari locali, riescano ad offrire questo tipo di prestito personale, per non avere alcun tipo di dubbio sarà necessario recarsi presso gli Uffici Bancari più vicini e chiedere informazioni.

Anche se poco usato, il prestito vitalizio ipotecario potrebbe essere la migliore soluzione per il pensionato che vuole aiutare economicamente la propria famiglia ma che non vuole pagare le rate mensili. Con questa linea di credito si potrà quindi utilizzare il denaro senza preoccuparsi di avere, ogni mese, una pesante spesa da sostenere come il pagamento della rata.