Prestiti per Pensionati Cattivi Pagatori

Il pensionato che risulta essere un cattivo pagatore può ottenere un finanziamento? Si, esistono determinate categorie di finanziamenti a loro dedicate e queste prendono il nome di prestiti per pensionati cattivi pagatori.

Prestiti per Pensionati Cattivi Pagatori

Prestito per Pensionati con Garante

Una delle soluzioni più utilizzate è quella di chiedere ad un amico o meglio un parente di poter utilizzare le sue garanzie per ottenere un finanziamento. In questo caso si parlerà di prestito con garante. Il pensionato sarà il debitore principale del finanziamento mentre il garante dovrà intervenire nei pagamenti solo se il pensionato dovesse risultare insolvente.

 

Cessione del Quinto della Pensione

La cessione del quinto della pensione è sicuramente il miglior finanziamento che un pensionato possa richiedere. Non può essere richiesta dai pensionati che percepiscono una pensione minima o la cosiddetta pensione sociale. Questo perché in quel caso quanto viene percepito sul cedolino della pensione è considerato come il minimo indispensabile per la sopravvivenza del pensionato e quindi le banche non hanno la possibilità di riscuotere da tale somma di denaro l’importo relativo al pagamento della rata mensile.



Per poter richiedere la cessione del quinto della pensione il pensionato deve percepire una somma di denaro mensile tale da potergli permettere di utilizzare la propria quota del quinto per il pagamento della rata. Tale quota viene chiamata in gergo come quota cedibile.

Il pagamento della rata mensile non dovrà essere superiore ad 1/5 della pensione del cliente. Il pensionato dovrà inoltre sottoscrivere un contratto assicurativo sulla vita. Così facendo, in caso di decesso, gli eredi non dovranno avere la preoccupazione di rimborsare il finanziamento sino alla sua estinzione, questo sarà un compito riservato alla compagnia assicuratrice. Il costo della polizza assicurativa sarà a completo carico della banca.

 

Prestiti Cambializzati per Pensionati

Il pensionato che magari non ha la possibilità di ricorrere alla cessione del quinto e non ha parenti a cui affidarsi per richiedere l’aiuto del garante, può fare richiesta di un altro tipo di finanziamento: il prestito cambializzato. Per poter richiedere il prestito con cambiali il pensionato dovrà avere un immobile di proprietà. Tale immobile dovrà essere libero da ogni forma di ipoteca. Il pensionato dovrà impegnarsi con i pagamenti di tutte le cambiali altrimenti andrà incontro al rischio di vedere la propria casa soggetta al pignoramento da parte dell’Autorità Giudiziaria.

 

Prestito Ipotecario Vitalizio

Questo finanziamento può essere richiesto da tutti quei pensionati che hanno più di 65 anni e si ritrovano ad essere i proprietari di una casa che viene utilizzata come residenza. Un perito valuta il valore dell’immobile e la banca eroga una somma di denaro relativa al valore stimato della casa del pensionato. Più il pensionato sarà avanti con l’età e maggiore sarà la somma di denaro richiedibile. Il finanziamento termine nel momento in cui il pensionato viene a mancare ai suoi cari. In quel caso gli eredi potranno saldare il debito e tenere la casa o lasciarla nelle mani della banca che si occuperà di venderla e di recuperare i soldi che il caro estinto gli doveva.