Offerte Online di Finanziamento tra Privati per Start up e Aziende



Nonostante la crescita di numerosi prodotti finanziari predisposti e studiati ad hoc per le diverse esigenze di ogni cliente, fin dalla notte dei tempi le persone hanno spesso fatto da sé quando qualcuno aveva bisogno di soldi, mettendosi d’accordo verbalmente o in maniera scritta, a volte in modo anche complesso e strutturato.

Quando pensiamo ai finanziamenti tra privati, ovvero ai prestiti tra due diverse persone fisiche, non dobbiamo storcere il naso credendo sia una pratica antica e antidiluviana, ma dobbiamo volgere il nostro sguardo alle reali possibilità che questo primitivo strumento ancora può manifestare; se opportunamente ammodernato e rivalutato secondo criteri attuali, il finanziamenti tra privati può nascondere possibilità impensabili. C’è chi ha carpito questa vecchia tendenza e l’ha riadattata grazie ad un’innovazione di prodotto, di format vero e proprio.

Quando ci sono due soggetti privati, il finanziamento diviene efficace anche senza il coinvolgimento attivo degli istituti finanziari e delle banche, di solito associati a quest’attività; basta la volontà di un soggetto che offre il proprio denaro e quella di un terzo che richiede e domanda questa liquidità, il tutto mediato da un intermediario e da regole che possono anche appartenere all’azione svolta da una piattaforma digitale.

Nel particolare settore dei prestiti tra privati, esistono diverse opzioni e applicazioni costruite per agevolare questo flusso, fino ad incentivarlo: numerose società finanziarie, infatti, hanno ottenuto autorizzazione e certificazione da parte degli enti statali (nel caso specifico la Banca d’Italia) per intermediare tutto il processo. Nei prossimi capitoli descriveremo brevemente le soluzioni più innovative messe in atto dalle società italiane più serie, focalizzandoci sul settore business, su quegli intermediari che rappresentano la migliore scelta se vogliamo investire nelle aziende più performanti e/o nelle nuove start up a chiara vocazione innovativa.

Spesso le start up e le aziende rivolgono la propria attenzione proprio a queste piattaforme o alle compagnie moderne che offrono sempre più spesso questi servizi legati alla Sharing Economy, proprio per la vocazione innovativa che le accomuna e per la facilità e semplicità d’utilizzo che riduce i tempi e i costi legati alla burocrazia.



I giovani studenti e le brillanti menti dalle quali nascono le nuove idee, vista la loro giovane età, raramente hanno un capitale in grado di sostenere delle iniziative imprenditoriali e quindi questi nuovi businessman o startupper sono disincentivati dal perseguire nei propri progetti, lasciando spesso perdere. Proprio in ragione di questa difficoltà nel reperire finanziamenti e prestiti, sono nate diverse attività collaterali come gli incubatori certificati che vogliono mettere in contatto finanziatori e start up e anche i servizi di social lending sono molto interessanti nel 2019 da questo punto di vista: infatti su questi mercati virtuali il nuovo imprenditore può cercare e trovare i soldi per finanziare i propri progetti, vista anche la vicinanza tra il proprio vissuto e il proprio parlato (di solito si presenta il progetto per mezzo di un discorso chiamato pitch) e l’investitore stesso.

Tra i portali migliori troviamo Soisy, di cui già ampiamente abbiamo parlato, focalizzatosi però solo sull’e-commerce e quindi poco propenso a sostenere iniziative di questo tipo attualmente, ma una menzione particolare va fatta a Smartika, un’altra piattaforma di social lending che si impegna nel promuovere i finanziamenti proprio alle piccole imprese in via di sviluppo.

Smartika è un’altra società italiana operante nel mercato del credito con un capitale sociale pari quasi a 4 milioni di euro, iscritta all’albo degli Istituti di Pagamento con il codice 36020.6. Sempre autorizzata da Banca d’Italia, Smartika ci consente di chiedere un prestito da 1.000€ fino a 15.000€ da restituire tra i 12 e i 48 mesi in modo semplice e veloce. La community è molto variegata: all’indirizzo www.smartika.it possiamo facilmente vedere che ci sono 6.515 prestatori attivi con 5.631 prestiti erogati per un importo di 30.580.280€.

Oltre questa, se siamo una Start up e abbiamo bisogno di fondi, possiamo rivolgerci ai prestiti da privati cercando on line sui giusti siti e monitorando le possibilità di finanziamento presenti al fine di trovare finanziatori per la nostra idea aziendale. The last, but not the least, c’è il progetto di SiamoSoci denominato MamaCrowd, un equity crowdfunding destinato proprio alle start up per le ragioni peculiari legate alla facilità del reperimento di risorse sia finanziarie, sia esperienziali e di competenza. Quest’ultimo si propone di dare numerosi benefici alle nuove imprese, sia in termini di apporto monetario, grazie anche al crowdfunding, sia in termini di particolari agevolazioni fiscali.