Come Scrivere un’Autobiografia

Il vostro sogno è quello di scrivere un’autobiografia al fine di racchiudere in un libro tutte le esperienze di vita passata e presente per lasciare impressa sulla carta una parte di voi? L’idea è senza ombra di dubbio affascinante e personalizzabile, ma come lavorare alla stesura di una storia veritiera come quella personale? Come riuscire a raccogliere le idee per tornare a ritroso nel tempo che ci riguarda così da vicino?

Spesso, come ricorda saloneeditoriadellimpegno.it può rivelarsi utile seguire alcuni cnsigli fondamentali, utili al fine di elaborare l’autobiografia da vicino, ma allo stesso tempo con distacco, come soltanto un buon autore riesce e a fare all’interno di un’opera. Questo perché, le vostre esperienze e il vostro vissuto appare chiaro e sentito soltanto a voi, ma le persone, ovvero i possibili lettori, che si addentreranno all’interno delle vostre pagine dovranno invece comprendere il tutto chiaramente, senza lasciare nulla sottinteso, persino le emozioni stesse.

 

CONSIGLI PRATICI SU COME SCRIVERE UN’AUTOBIOGRAFIA

Documentazione: molto spesso le idee e i ricordi non ci appaiono chiaramente per quello che sono. La mente elabora dei flash, in particolar modo su situazioni ed eventi lontani nel tempo, di cui abbiamo perduto la limpidità e la trasparenza. Documentarsi potrebbe quindi rivelarsi un’ottima strategia al fine di riuscire a riassemblare il tutto. Per farlo saranno utili vecchie fotografie, rivisitando i luoghi dei ricordi meno presenti, interrogando famigliari e parenti, amici, vecchie conoscienze, cercando di trarre da ognuno una veduta diversa per poter rielaborare insieme la maggior parte delle informazioni ottenute. Tenere un diario giornaliero precedente all’inizio della stesura dell’autobiografia potrebbe essere una buona idea dalla quale attingere.

 

Interviste: porre domande specifiche alle dirette persone interessate, come famigliari o amici, vi aiuterà a stendere la vostra autobiografia in una prospettiva diversa e completa. Preparate dunque alcune domande chiave, ad esempio su un dato evento, un momento in particolare che volete descrivere, raggruppando più informazioni possibili sulla descrizione di luoghi, sensazioni, punti di vista, ecc. Anche l’idea di un viaggio abbinato alla stesura della biografia, come ritornare nei luoghi lontani dei vostri ricordi d’infanzia, tenendo una sorta di diario di bordo risulta utile ai fini dell’elaborazione della storia, con la possibilità di aggiungere sensazioni nuove a distanza di anni.

 

Leggere: qualsiasi autore di professione o aspirante tale, conserva un baggalio alle spalle nato con la lettura di altri romanzi, poiché leggere molto è il consiglio migliore per intraprendere la professione di scrittore e per scrivere un libro. Leggere e documentarvi su altre biografie potrebbe aggiungere idee utili alla stesura della vostra, ricordandovi sempre di mantenere uno stile personale senza emulare i metodi altrui.

 

Senso della storia: individuate il fulcro principale della vostra autobiografia, il motivo per il quale avete deciso di imprimenere nero su bianco l’intero percorso della vostra vita, quale evento in particolare ha scatenato la vostra aspirazione e che cosa potrebbe insegnare o donare ai possibili lettori. Cercate di descrivere quali ostacoli, difficoltà, dolori avete superato e come la vostra stessa persona ne è uscita migliorata e cambiata, tenendo sempre ben presenti i personaggi chiave, i legami che vi hanno accompagnato per l’intero percorso.

Decidete inoltre dove ambientare la storia, un possibile titolo, elaborando degli schemi dove riassumere i punti che andrete ad elaborare prima della stesura vera e propria del testo.