Come Organizzare un Viaggio in Catamarano



Nell’eventualità dell’idea di un viaggio in catamarano si dovranno valutare attentamente tutta una serie di consigli e linee guida strategiche. Nella maggior parte dei casi l’organizzazione di un viaggio viene affidata alle agenzie specializzate in tali proposte, le quali vantano a proprio vantaggio un sistema organizzativo decisamente professionale ma a maggior compenso economico.

Volendo optare per un viaggio su di un catamarano, senza avvalersi del supporto dispendioso di un’agenzia professionale, si potranno seguire alcuni consigli particolarmente utili, al fine di non ritrovarsi impreparati. Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di analizzare nello specifico tutto l’occorrente necessario da portar con sé nell’eventualità di un viaggio in barca a vela.

Cosa Sapere per Organizzare al Meglio un Viaggio in Catamarano

Nell’ipotesi di un viaggio in catamarano, come ci viene consigliato anche sul sito https://mistralsailing.it/, si dovrà innanzitutto valutare l’occorrente essenziale da portare con sé, al di là dei propri effetti personali. Il kit maggiormente idoneo in questi casi prevede la necessità di creme solari protettive adeguate alla propria tipologia di pelle, un mix di materiali medici di primo soccorso, scorte alimentari di sopravvivenza in quantità variabili a seconda della durata del viaggio, attrezzatura fotografica ed eventuale videocamera per riprendere il percorso, un bagaglio per il tempo libero.



Preso coscienza del bagaglio generale si dovrà pensare ad una meta di destinazione, basandosi in questo caso sulle proprie preferenze personali in correlazione alla disponibilità del tempo di permanenza. Al posto della classica valigia nel caso di una vacanza in catamarano risulta preferibile optare per la praticità di uno zaino, oppure di un borsone, preferibilmente a tenuta impermeabile nell’eventualità accidentale della presenza di acqua. Anche l’abbigliamento da barca a vela dovrà ricalcare lo stile sportivo, comprese le scarpe antiscivolo, andando ad evitare infradito e ciabatte se non da utilizzare per l’eventualità di sbarchi sulla terra ferma.

Il kit di pronto soccorso dovrà essere contenuto all’interno di un’apposita sezione al riparo dal resto del proprio bagaglio, compreso di tutto l’occorrente per far fronte ad eventuali incidenti e all’impossibilità di reperire in tempi brevi farmacie e personale sanitario. Il catamarano a questo punto dovrà essere scelto in base alle proprie esigenze a seconda della presenza del numero di persone, dei bambini, ecc. All’interno dell’imbarcazione si dovrà fare affidamento alle istruzioni di bordo, verificando la presenza dei giubbotto di salvataggio, nonché le indicazioni del personale presente.

A seconda del viaggio e delle possibili virate del catamarano i propri oggetti personali potrebbero correre il rischio di finire in acqua, motivo per il quale dovranno essere categoricamente lasciati in cabina, prestando attenzione anche a dove si cammina. Oltre alla crema solare si consiglia anche l’utilizzo di occhiali da sole e cappelli, mentre le calzature da preferire dovranno prevedere materiali di realizzazione quali gomma anti-scivolo. Tra l’abbigliamento anche una giacca a vento dotata di cappuccio e felpe a seconda della stagione e del calo di temperatura serale. In presenza di eventuali patologie dovrà essere informato lo skipper, comprese le proprie capacità di nuotatori. A causa dell’assegna di segnale in mare gli eventuali dispositivi mobile potrebbero non funzionare.