Come Difendersi da chi Vuole Spiare le Conversazioni WhatsApp

WhatsApp è un’applicazione di messaggistica istantanea che ormai viene utilizzata da tutti coloro che sul proprio smartphone dispongono di una connessione internet.

Come Difendersi da chi Vuole Spiare le Conversazioni WhatsApp

WhatsApp ha infatti sostituito i vecchi sms con un sistema di messaggistica più evoluto. E’ infatti possibile inviare e ricevere non solo messaggi di testo ma anche video e immagini.

Un’utile funzione, disponibile dall’ultimo anno, è la possibilità di verificare se gli altri utenti hanno ricevuto e letto i messaggi inviati, il tutto grazie alle famose spunte blu.

Alcune persone sentono l’esigenza, per svariati motivi, di dover spiare le conversazioni private di WhatsApp altrui. Su questo punto è necessario prestare attenzione perché si potrebbe incorrere in una violazione della privacy.

Scoprire come spiare conversazioni WhatsApp non è dunque un’operazione che andrebbe fatta perché controllare le attività di una persona, seppur digitali, corrisponde ad una violazione della privacy del proprietario del telefono.

Esistono però dei casi dove si è al limite della legalità. Giusto per fare un esempio, possiamo citare quei proprietari di un’azienda che danno ai propri dipendenti un telefono aziendale e negano loro la possibilità di installare applicazioni che, secondo loro, farebbero perdere tempo al dipendente.

WhatsApp non è di sicuro un’applicazione essenziale per chi deve lavorare, almeno non per certi tipi di lavoro. Per alcuni potrebbe essere una vera e propria perdita di tempo. Proprio per questo motivo alcuni titolari d’azienda si sentono in diritto di controllare cosa viene fatto con i telefoni aziendali.

Ma spiare WhatsApp di un’altra persona è un’azione che potrebbe essere effettuata più semplicemente da una persona gelosa. Sono frequenti i casi scoperti di mogli o di mariti, talvolta anche tra fidanzati, che spiavano le conversazioni di WhatsApp del partner semplicemente per gelosia e per verificare che questo non fosse coinvolto in un tradimento amoroso.

 

Come non farsi spiare le conversazioni WhatsApp

Ci sono delle precauzioni che, chi non volesse farsi spiare, può prendere. La prima è sicuramente quella di non lasciare mai il telefono incustodito. La persona che vuole spiarvi, oltre a poter controllare il vostro telefono in maniera diretta, potrebbe installare delle applicazioni che gli potrebbero poi permettere di monitorare le vostre attività.

Esistono infatti delle app, cioè dei piccoli software per smartphone, che possono registrare le informazioni relative ad un determinato programma, in questo caso WhatsApp, ed inviarle tramite messaggi o tramite email al telefono dello spione.

E’ possibile inoltre che vengano installate a vostra insaputa delle app che attivino e disattivino il GPS del vostro telefono. In questo modo lo spione conoscerà in qualsiasi momento la vostra posizione.

 

Cosa fare se si pensa che il proprio WhatsApp sia spiato?

Se avete il dubbio che il vostro smartphone sia monitorato da qualcuno la prima opzione da utilizzare è quella di installare un buon antivirus per smartphone. Effettuate una scansione del telefono per verificare se sono presenti file sospetti.

Un’altra buona cosa sarebbe quella di controllare le app installate sullo smartphone. Se non conoscete la funzione di un’app che pensate di non aver mai installato cercatela su internet per capire di cosa si tratti.

Infine, se proprio doveste avere mille dubbi e preoccupazioni, nonché la certezza che qualcuno vi stia spiando, vi consigliamo di formattare lo smartphone riportandolo alle impostazioni iniziali.